kelo-lt Theme designed by padexx
« precedente successivo »
Pagine: [1]   Vai giù
Stampa
0 utenti e 1 Utente non registrato stanno visualizzando questa discussione.
Autore Discussione: Primina: favorevole o contro?    (Letto 3352 volte)
Kristal
La paladina della giustizia!
Scanslators
Sherlock Holmes
*

Karma: 154
Scollegato Scollegato

Sesso: Femmina
Messaggi: 5.340


Hopeless HeijixKazuha shipper


Mostra profilo
« inserita:: Sabato 12 Giugno 2010, 09:34:59 »

Cosa ne pensate della pratica adottata da alcuni genitori che mandano i figli a scuola un anno prima? Fa più male che bene? E' utile? Priva ingiustamente il bambino di un anno di giochi in più? Date il via alle opinioni!

Io personalmente ho fatto la primina e ne sono contenta. O meglio, non ho avuto nessun trauma, me la sono cavata sempre più che bene nei contesti di classe e nello studio, dunque mi fa piacere essere un anno avanti.

Una cosa su cui non sono d'accordo è che i genitori decidano arbitrariamente, senza il minimo cenno di interesse da parte del bimbo, di iscrivere il figlio alla scuola elementare un anno prima. Se un bimbo a 5 anni, senza saper leggere né scrivere, viene mandato a scuola, ma ditemi voi, che senso ha? -.-
Il risultato, per quanto mi può dire l'esperienza di persone che conosco in questa situazione, è la bocciatura, una volta alle superiori, del ragazzo.
Magari l'inizio precoce della scuola di un bambino che non sa cosa sia l'alfabeto e non sa manco i numeri fino a 50 non è collegato al problema della bocciatura, ma per quanto mi concerne, molti miei amici che hanno fatto la primina sono stati bocciati (esattamente una volta! xD) e poi si sono trovati meglio.
Un problema di adattamento psicologico? Un problema di sviluppo neurologico? Chissà...

Per quanto mi riguarda, sono stata fortunata poiché sono stata stesso io, a 4 anni e qualcosa, a dire a mia madre che mi annoiavo a giocare poiché sapevo già leggere e scrivere e gli altri bimbi erano noiosi perché non sapevano fare niente (xD), dunque, in un certo senso, ho deciso io di andare a scuola prima, anche perché mia madre, che ha frequentato la primina anche lei a suo tempo, non era dell'idea di far anticipare un anno di scuola a me e a mia sorella dopo (e infatti con lei non è accaduto).

Altre volte il problema è un altro: i genitori non mandano i figli prima quando dovrebbero. Voi direte, magari il genitore vuole evitare una specie di trauma psicologico o cavolate del genere... e invece no... è tutto un fatto di principio... -.-

In conclusione, i bambini sono la voce della verità, sanno cosa vogliono e non hanno paura di dirlo. Invece di decidere (totalmente) per loro, dovremmo imparare ad ascoltarli. Così magari commetteremmo meno errori.
Registrato



Kazuha: 実はアタシも… 前からあんたの事が… め… めっちゃ 好っきゃねん!!

Gifts from ladyhattori; Silvy93 (+); SailorRea_Hino; MeiBond! ♥

Yeah, I solved the Halloween Party mistery! (;; )

Per tutti i ChibaxYumi shippers ù.ù

~ Kristal's © ~
abfio
Sherlock Holmes
*

Karma: 93
Scollegato Scollegato

Messaggi: 2.219


Quello dell'immagine non sono io...


Mostra profilo
« Risposta #1 inserita:: Sabato 12 Giugno 2010, 09:59:07 »

E se invece a 4 anni un bambino sa leggere e scrivere e anche meglio dei genitori?
OK! Forse coì è un po' esagerato, ma se a 4 anni il bambino sapesse leggere e scrivere?
E poi sno gli adulti che hanno deciso che i bambini devono andare a scuola. Se non fosse così i bambini a scuola non ci andrebbero.
E' giusto che siano i genitori a prendere le decisioni per i bambini. I bambini sanno cosa vogliono fino ad un certo punto.
I genitori devono decidere per i bambini tenendo conto di alcuni fattori, quali, ad esempio, le attitudini del bambino. Ma da qui a dire che i bambini devono decidere per loro ce ne passa.
Registrato





Trovo che la televisione sia uno strumento molto educativo: ogni volta che qualcuno l'accende vado nella stanza accanto a leggere un libro.

All'infuori del cane, il libro è il migliore amico dell'uomo. Dentro il cane è troppo scuro per leggere

"E il leopardo giacerà con il capretto..." Isaia 11:6
"...ma il capretto dormirà ben poco" Woddy Allen
Kristal
La paladina della giustizia!
Scanslators
Sherlock Holmes
*

Karma: 154
Scollegato Scollegato

Sesso: Femmina
Messaggi: 5.340


Hopeless HeijixKazuha shipper


Mostra profilo
« Risposta #2 inserita:: Sabato 12 Giugno 2010, 10:02:04 »

E se invece a 4 anni un bambino sa leggere e scrivere e anche meglio dei genitori?
OK! Forse coì è un po' esagerato, ma se a 4 anni il bambino sapesse leggere e scrivere?
E poi sno gli adulti che hanno deciso che i bambini devono andare a scuola. Se non fosse così i bambini a scuola non ci andrebbero.
E' giusto che siano i genitori a prendere le decisioni per i bambini. I bambini sanno cosa vogliono fino ad un certo punto.
I genitori devono decidere per i bambini tenendo conto di alcuni fattori, quali, ad esempio, le attitudini del bambino. Ma da qui a dire che i bambini devono decidere per loro ce ne passa.

Infatti io dicevo, ha senso che i genitori mandino il figlio prima a scuola se sa già leggere e scrivere, ma che senso ha mandarcelo così, allo sbaraglio, se non sa manco contare fino a 10? O.o
E' semplicemente un fatto di hybris, sentono che i loro figli siano geni incompresi e si rifiutano di vedere la verità ma fanno del figlio uno strumento per pavoneggiarsi e mettersi in competizione con gli altri genitori o ha un senso?
Che poi quale sarebbe sto senso, se vedi che tuo figlio non sa manco scrivere il proprio nome? -.-
Registrato



Kazuha: 実はアタシも… 前からあんたの事が… め… めっちゃ 好っきゃねん!!

Gifts from ladyhattori; Silvy93 (+); SailorRea_Hino; MeiBond! ♥

Yeah, I solved the Halloween Party mistery! (;; )

Per tutti i ChibaxYumi shippers ù.ù

~ Kristal's © ~
baro
Sherlock Holmes
*

Karma: 22
Scollegato Scollegato

Sesso: Femmina
Messaggi: 953


pippirupirupippirupiiiiii-pippirupirupiruppipiiiii


Mostra profilo
« Risposta #3 inserita:: Sabato 12 Giugno 2010, 11:32:25 »

per quanto ne so gia dall'asilo imparano a scrivere i bambini (almeno da queste parti)...
quando ero piccola ... mi seccavo a giocare (proprio come te) ... e ogni giorno gli facevo una testa cosi a mia madre ... dicendo che voleva andare a scuola (elementare)  ma lei mi diceva sempre che dovevo aspettare i sei anni ... molto probabilmente non mi ha parlato della primina perchè non mi voleva togliere quei ultimi ani di gioco che mi rimanevano ...e io sono sicurissima che se avessi fatto la primina avrei rimpianto ancora di piu la scola materna ...
per questo io sono contro  Cool Cool Cool
Registrato


________________________________________________________________________

L'angolo del puccioso <----Click qui



________________________________________________________________________________________


reglaini

ran moury
Giovane detective
*

Karma: 0
Scollegato Scollegato

Sesso: Femmina
Messaggi: 59


erika la capo palestra


Mostra profilo
« Risposta #4 inserita:: Sabato 12 Giugno 2010, 13:11:51 »

mi figlio gli darò la possibilità di codersi l'anno in + di gioco
per me mandare un bimbo piu piccolo di un anno in prima fa male al bimbo perchè quell'hanno era per fagli acquisire meglio la conoscenza del mondo con amicizie movimenti giochi rivalità (che in prima sono accentuate dai + grandi)
Registrato

<a target='_blank' title='ImageShack - Image And Video Hosting' href='http://img97.imageshack.us/i/icon4a.jpg/'><img src='http://img97.imageshack.us/img97/7446/icon4a.jpg' border='0'/ width="100" height="100">[/url]
Watson
Sherlock Holmes
*

Karma: 58
Scollegato Scollegato

Sesso: Maschio
Messaggi: 525



Mostra profilo
« Risposta #5 inserita:: Domenica 13 Giugno 2010, 10:42:31 »

se c'è una preparazione adeguata alla cosa sono favorevole ad iniziare la primaria un anno prima... in fondo se un bambino sa già scrivere e fare piccoli ragionamenti in autonomia e con coscenza (per esempio quelli che riguardano il passare del tempo e la sua sua stessa concezione, che i bambini apprendono sempre verso i 4-5 anni) è giusto che il bambino faccia un passo in più...
Però resto sempre dell'idea che oggigiorno la scuola sia troppo complicata per la media dei bambini e soprattutto poco pratica... nel senso che prepara poco alla praticità della vita e ai suoi problemi, spesso creando solo competizione. E viceversa la scuola oggigiorno richiede un sacco di nozionismi che non a tutti e non in tutti i campi sono utili!!! Infine faccio notare un aspetto "CURIOSO" : negli ultimi tre anni dalle mie parti è aumentato il numero di bambini che necessitano di assistenza fisica. Secondo me ciò è devuto in parte ad un'ansia da prestazioni che molti genitori caricano il bambino e dall'altra dalla aumento sostanziale dei programmi di tutte le materie (comprese quelle di recente introduzione come l'inglese e l'informatica). Io per esempio il piano cartesiano, l'equazione della retta e la proporzionalità le ho studiate in terza media... ora queste cose le fanno in seconda! Ma ci sono casi anche più assurdi: esercizi di exel in quarta elementare... non significa caricare un  bambino di troppe responsabilità? devono per forza essere bravi in tutto?
Registrato



situazione famigliare:
moglie: _LadyKid30_
sorellina: Ladyhattori
fratellino: aptx4869
sorellina: ran moury
sorella: baro of the night
cugino: Sherlock Conan
cognato: conan-kun
ravenknight
Alienatore di badduini
Global Moderator
Sherlock Holmes
*

Karma: 86
Scollegato Scollegato

Messaggi: 3.714



Mostra profilo
« Risposta #6 inserita:: Lunedì 14 Giugno 2010, 21:38:39 »

Concordo con Waz... se ci sono le possibilità, favorevole alla primaria un anno prima. Anche io ero in bilico, essendo nato a dicembre, ma i miei mi hanno fatto andare prima e condivido questa scelta. xD
Registrato

Work In Progress...
• AquaVale
Sherlock Holmes
*

Karma: 96
Scollegato Scollegato

Sesso: Femmina
Messaggi: 5.606



Mostra profilo
« Risposta #7 inserita:: Mercoledì 16 Giugno 2010, 13:36:08 »

Una cosa su cui non sono d'accordo è che i genitori decidano arbitrariamente, senza il minimo cenno di interesse da parte del bimbo, di iscrivere il figlio alla scuola elementare un anno prima. Se un bimbo a 5 anni, senza saper leggere né scrivere, viene mandato a scuola, ma ditemi voi, che senso ha? -.-

In conclusione, i bambini sono la voce della verità, sanno cosa vogliono e non hanno paura di dirlo. Invece di decidere (totalmente) per loro, dovremmo imparare ad ascoltarli. Così magari commetteremmo meno errori.

Sono pienamente d'accordo con te su questi punti.. Sono sempre stata contro l'obbligo da parte d alcuni genitori nei confronti dei figli.. Un anno prima o un anno dopo non cambia la vita!
Nel tuo caso è comprensibile perchè la cosa è partita da te.. Ma per il resto concordo con quello che hai detto!
Registrato


Ran94 Check it out!|Otakurriculum|EFP|Formspring

Cute! *-* Thanks lady! ♥
Merlin|LOL xD|Lovely Gift!
Tacchino Selvaggio
Global Moderator
Sherlock Holmes
*

Karma: 56
Scollegato Scollegato

Sesso: Maschio
Messaggi: 936


He got a Licence To Kill


Mostra profilo
« Risposta #8 inserita:: Lunedì 12 Luglio 2010, 14:12:27 »

Cosa ne pensate della pratica adottata da alcuni genitori che mandano i figli a scuola un anno prima? Fa più male che bene? E' utile? Priva ingiustamente il bambino di un anno di giochi in più? Date il via alle opinioni!

Io personalmente ho fatto la primina e ne sono contenta. O meglio, non ho avuto nessun trauma, me la sono cavata sempre più che bene nei contesti di classe e nello studio, dunque mi fa piacere essere un anno avanti.

Una cosa su cui non sono d'accordo è che i genitori decidano arbitrariamente, senza il minimo cenno di interesse da parte del bimbo, di iscrivere il figlio alla scuola elementare un anno prima. Se un bimbo a 5 anni, senza saper leggere né scrivere, viene mandato a scuola, ma ditemi voi, che senso ha? -.-
Il risultato, per quanto mi può dire l'esperienza di persone che conosco in questa situazione, è la bocciatura, una volta alle superiori, del ragazzo.
Magari l'inizio precoce della scuola di un bambino che non sa cosa sia l'alfabeto e non sa manco i numeri fino a 50 non è collegato al problema della bocciatura, ma per quanto mi concerne, molti miei amici che hanno fatto la primina sono stati bocciati (esattamente una volta! xD) e poi si sono trovati meglio.
Un problema di adattamento psicologico? Un problema di sviluppo neurologico? Chissà...

Per quanto mi riguarda, sono stata fortunata poiché sono stata stesso io, a 4 anni e qualcosa, a dire a mia madre che mi annoiavo a giocare poiché sapevo già leggere e scrivere e gli altri bimbi erano noiosi perché non sapevano fare niente (xD), dunque, in un certo senso, ho deciso io di andare a scuola prima, anche perché mia madre, che ha frequentato la primina anche lei a suo tempo, non era dell'idea di far anticipare un anno di scuola a me e a mia sorella dopo (e infatti con lei non è accaduto).

Altre volte il problema è un altro: i genitori non mandano i figli prima quando dovrebbero. Voi direte, magari il genitore vuole evitare una specie di trauma psicologico o cavolate del genere... e invece no... è tutto un fatto di principio... -.-

In conclusione, i bambini sono la voce della verità, sanno cosa vogliono e non hanno paura di dirlo. Invece di decidere (totalmente) per loro, dovremmo imparare ad ascoltarli. Così magari commetteremmo meno errori.

Dipende... Se la priminA è INTERESSANTE.
Kristal sa cosa intendo... XD
No, scherzo!!!!! XD
Personalmente, e senza voler offendere nessuno, io non sono molto favorevole. Non che la scuola rispecchi per forza i tempi biologici o mentali delle persone, ma in questo caso nell'essere "conformisti" non ci vedo nulla di male. Si può sempre rischiare che al bambino o al ragazzo vengano affibiati pregiudizi o aspettative troppo elevate e che quindi, alla lunga, lo si danneggi.
Registrato

The Organization is going to kill anyone that relates to you! [Ai Haibara]

Leggete la mia Fan fic!!!
Detective Conan- Vendetta Privata



Kirei
葛城 綺麗 [Katsuragi Kirei]
Administrator
Sherlock Holmes
*

Karma: 314
Scollegato Scollegato

Sesso: Femmina
Messaggi: 3.482


Evening baroness (O_o)


kireichan82 kirei.katsuragi kirei82
Mostra profilo WWW
« Risposta #9 inserita:: Domenica 29 Agosto 2010, 18:43:41 »

Posto il fatto che ognuno matura in tempi diversi, c'è da dire che la scuola a partire dai 6 anni è una convenzione decisa parecchio tempo fa: ormai i tempi sono un pò cambiati e con essi anche la maturazione dei bambini si è leggermente modificata. Un bambino di oggi ha un sacco di stimoli che un suo coetaneo di cento anni prima non aveva: televisione, tecnologia, internet sono tutte cose che in qualche modo vengono a contatto con i bambini fin dalla tenerissima età. Ovvio che un bambino di 5 anni non andrà solo su internet, ma per esempio guarderà la televisione e gli verrà voglia di riuscire a capire da solo il titolo di un cartone animato, cosa che lo stimolerà a imparare a leggere. Il suo coetaneo del secolo scorso magari non aveva nemmeno un libro in casa. Inoltre una volta gran parte della prima elementare era dedicato a insegnare ai mbambini a parlare italiano, dal momento che in casa si usava solo il dialetto. Oggi questo scalino non c'è più.

Detto questo, sebbene abbassare il limite a 5 anni per tutti sarebbe forse troppo perché i nati a Dicembre finirebbero per andare a scuola a 4 anni e sarebbe forse un pò esagerato, secondo me è giusto che un bambino che dimostri di essere motivato e interessato ad imparare possa cominciare a farlo prima. Tenerlo all'asilo un altro anno a fare cose intellettualmente poco stimolanti potrebbe anche svogliarlo.

Sta nella bravura dei genitori capire se sia il caso di anticipare o meno.
« Ultima modifica: Domenica 29 Agosto 2010, 18:45:27 da Kirei » Registrato





My dcktss family

LucaLX (fratello gemello dinastico)
Meitantei94 (fratello)
Kristal (cognata; cugina)
kudo (fratello)
Court (cugina)
ladyhattori (cugina)
alfio (cugino)
Silvy93 (cugina)
 
Pagine: [1]   Vai su
Stampa
« precedente successivo »
Vai a:  

Pagina creata in 0.136 secondi con 31 interrogazioni al database.